Verso la Carnia per caserme cercando l’alpino “Pinna” (di Massimo Guarenghi)

A Dicembre sono 46 gli anni passati dal mio congedo “natalizio” (ultimo a lasciare la naia per una incomprensione da 5 di R) e da sole tre stagioni ho ripreso a frequentare quel pezzo d’Italia così importante per noi tutti: il Friuli. E’ inutile negarlo, comunque ti sia andata, la ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

“La Pace” dal diario di Romanin Vittorio detto Brigidin

Sul ritorno dei nostri ancora alcuna speranza. Neppure notizie di papà. E’ un attesa lunga e penosa. Dio non vuole deludere la nostra ansia. Finalmente si fa strada un barlume di speranza che poi diviene una lieta certezza. I nostri sono riusciti a varcare il Piave. Tornano e la vittoria ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

Cronache paesane

Con la permanenza in Paese dal 1° ott. 1914 della 19^ compagnia di Alpini del Btg. Dronero, circa 200 – 250 uomini, mutarono naturalmente anche le esigenze dei locali pubblici. Molti esercenti chiesero di poter disporre di una maggior quantità di zucchero per far fronte all’aumento del fabbisogno giornaliero. Da ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

Giornali di trincea

Nell’ottobre 1915 dalla rivista “La lettura” supplemento mensile del Corriere della Sera del numero 10 (ottobre 1915) si ha notizia che sul fronte Italiano in quella data vi è traccia di 5 fogli per lo più poligrafati che uscivano senza regolarità in piccolo formato e scritti rigorosamente a mano corredati ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

Il 5 giugno 1915 – Internamenti dei civili a Forni Avoltri

Il 5 giugno 1915 - Oltre che all’immediato sgombero del paese ordinato dall’autorita militare senza nessun preavviso, furono arrestati con l’accusa di spionaggio, simpatie filo asburgiche, collusione con il nemico e tradimento quattro abitanti di Forni Avoltri. “ Fù cosi improvviso e di cosi immediata esecuzione che la maggior parte ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

5 giugno 1915: Sgombero forzato dell’abitato di Forni Avoltri. (prima parte)

Il 5 giugno giunge l’ordine immediato, dal Comando della Zona Carnia, di far evacuare dalla popolazione i centri abitati a monte di Rigolato. I 1732 abitanti del comune di Forni Avoltri le sue frazioni e di Givigliana con la motivazione ufficiale di una possibile invasione e bombardamenti da parte austro-ungarica ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

107° Btg. FANTERIA di MILIZIA TERRITORIALE: I FONOGRAMMI RITROVATI.

La Milizia Territoriale era costituita dalle classi richiamate anziane (1874-1881) e impiegate nelle retrovie per il controllo del territorio, ponti, ferrovie, scorta prigionieri, posti di blocco, ecc…ecc.. Non era raro che questi reparti partecipassero ai combattimenti in particolare i reparti Valle degli Alpini per esempio il Btg. Val Tagliamento partecipò ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

24 maggio 1915 – testimonianze Prof. Vittorio Romanin (Brigidin) e altri

24 MAGGIO 1915 Mentre nei giorni precedenti per ordini emanati dal Comando Supremo ai nostri soldati era rigorosamente proibito avvicinarsi al confine, gli austriaci vi si erano già appostati scavando trinceramenti naturalmente nelle  posizioni a loro più favorevoli. Va ricordato a proposito quanto successe al cappellano di Collina, don Pietro ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

Dall’archivio comunale alla Mostra permanente.

Dall'archivio comunale alla Mostra permanente. Tra i molteplici documenti, potrete visionare i documenti per la richiesta mensile dello zucchero spettante alla popolazione di Forni Avoltri nel periodo bellico. Si può anche notare la richiesta del medico condotto di Rigolato e Forni Avoltri, Dottor Vazzola, che richiedeva un aumento della spettanza ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

Ex cimitero di guerra di Pierabech

Sorto attorno alla Chiesetta di San Floreano, detta l'Ancona di Avanza, dal 07 settembre 1916. Nel 1921, venne ampliato unificando i cimiteri di Bordaglia bassa e Casera di Casavecchia dove era posizionato contro il muro est della casera verso valle; mentre non si è potuto localizzare con esattezza il cimiterino ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte

Il mulo

Alla mostra permanente non poteva mancare l'amico fraterno e indispensabile dei soldati. Il mulo trasportava ogni tipo di materiali, tra cui come potete osservare in foto, le casse di cottura che servivano a mantenere calde le vivande per molte ore, per dare un rancio caldo ai militari. Queste casse di ...
Leggi l'articolo
/ Cronache dal Fronte
http://fan-gamble.com/ best lesbian dating sites